martedì 30 settembre 2014

En otra piel: finale emozionante



Finalmente Monica può riposare in pace: le sue figlie sono salve e hanno potuto vivere accanto alla loro madre più di quello che il destino aveva loro riservato, grazie ad Adriana, una ragazza semplice che si è sacrificata insieme al suo ragazzo Diego per poter permettere a Monica di proteggere le ragazze e far giustizia.
Ho pianto tantissimo e piango ancora adesso mentre scrivo perchè ho provato delle emozioni fortissime e spero di poter trovare una telenovela così al più presto.

Grazie a Laura Flores, a Maria Elisa Camargo, a David Chocarro, a Jorge Luis Pila e a tutti coloro che hanno fatto parte della storia.

GRAZIE

martedì 16 settembre 2014

Trame complete: Meu pedacinho de chão


Trama a cura di Elisa Graziani. Non copiare il contenuto in altri siti. Grazie

CAPITOLO 1
La professoressa Juliana arriva alla Villa di Santa Fè. Pedro Falcao, Padre Santo e il Prefetto di Antas vanno a parlare con il colonnello Epadimondas sull’inaugurazione della prima scuola del paesino a cui lui è assolutamente contrario. Donna Te riprende la figlia Gina perché vuole affrontare il colonnello. Rodapè accompagna Pituca a casa e Madre Benta riprende Selerepe perché è sempre insieme alla bambina. Madame Caterina non permette al marito Epadimondas di picchiare Pituca solo perché è amica di Selerepe. Pedro Falcao ha paura che Epa possa fare qualcosa contro la scuola. Ferdinando torna a casa. Ferdinando racconta che non si è laureato avvocato e il padre lo butta fuori di casa.
Zelao avverte Giacomo che il colonnello Epadimondas non vuole che nessun bambino vada a scuola. Zelao parla di Juliana al colonnello Epadimondas e lui gli ordina di incendiare la scuola. Giacomo si sorprende al sapere che Ferdinando è stato espulso da casa. Zelao compra il cherosene alla bottega di Giacomo. Caterina minaccia di andare via con Ferdinando se il marito insiste nel volerlo mandare fuori di casa. Il colonnello Epadimondas proibisce a Caterina e alla figlia di andare via dalla fazenda con la macchina. Pituca porta un dolce a Selerepe. Epadimondas ordina che Zelao prelevi, anche a forza, Juliana per parlare con lui. Gina punta il fucile su Zelao, ma Juliana accetta di andare con lui alla fazenda per parlare con Epa. Zelao teme che il colonnello possa fare qualcosa contro la professoressa e la rimanda a casa di Pedro Falcao.
Padre Santo e il Prefetto avvisano Giacomo che l’inaugurazione della scuola sarà posticipata. Ferdinando rivendica i suoi diritti e esige di rimanere a casa di Epadimondas. Rosinha è gelosa di Zelao e Juliana. Juliana affronta il colonnello Epa e lo lascia furioso. Ferdinando rimane colpito dalla professoressa  e tenta di conversare con lei. Pituca chiede a Caterina di adottare Serelepe. Juliana si sorprende nel sapere che Ferdinando ha chiesto lavoro a Pedro Falcao.
Ferdinando avverte il colonnello Epaminondas che, se succederà qualcosa durante l’inaugurazione della scuola, lui sarà considerato il responsabile. La professoressa Juliana cerca di conoscere meglio Gina. Madre Benta critica Rosinha perché insiste nel volersi sposare con Zelao. Pituca comunica ad Amancia il nuovo piano per far mangiare Serelepe e la cuoca si proccupa. Ferdinando spera che Epaminondas lo lasci lavorare nella sua fazenda. Milita dice al padre che Viramundo vuole corteggiarla. Caterina autorizza Pituca a dar da mangiare a Serelepe. Rodapè vede Zelao nascondere la latta di cherosene nella scuola.
Caterina e Epa sono preoccupati per Pituca. Serelepe è felice per il concerto della banda che suonerà all’inaugurazione. Caterina tenta di abbassare la febbre a Pituca. Zelao dice alla madre che inizia a sentire qualcosa per Juliana. Rodapè e Amancia sospettano che Pituca abbia il morbillo e Caterina si preoccupa. Il Prefetto dice a Giacomo che ha trovato l’orfanotrofio per Serelepe. Renato, un amico medico di Ferdinando, arriva alla fazenda di Epaminondas.
Renato dice a Caterina che è medico e la donna chiede se può visitare Pituca. Renato è impressionato dalla bellezza della professoressa. Zelao decide di ridare la latta di Cherosene a Giacomo. Serelepe dice a Pituca che le porterà la banda a suonare sotto la finestra. Serelepe fugge dal Prefetto e Rodapè si occupa di lui. La banda arriva a Santa Fè per l’inaugurazione. Il Prefetto è preoccupato perché nessuno appare alla festa a causa di Epaminondas.
Non fidandosi delle intenzioni di Epaminondas il commissario si offre di accompagnare il colonnello alla festa. La festa è un successo e Rodapè tiene un discorso a nome del colonnello. Juliana decide di aiutare Ferdinando e di convincere Pedro Falcao ad assumere l’ingegnere agronomo. Serelepe riesce a portare la banda sotto le finestre di Pituca e Caterina rimane sorpresa. Juliana cerca di convincere Gina a vestirsi in modo più femminile. Juliana chiede ai suoi alunni di pubblicizzare la scuola. Renato dice a Ferdinando che aiuterà Juliana alla scuola facendo degli esami biologici e fa ingelosire l’amico. Zelao dice  a Rodapè che intende comprare carta da lettere e  òa darà all’amico per scrivere una lettera d’amore a Juliana. Pedro assume Ferdinando che avrà come paga il vitto e l’alloggio a casa di Pedro, Gina non è contenta di questa decisione del padre. Epaminondas scopre che il figlio lavorerà per il suo nemico e quando gli chiede conto di questa decisione Ferdinando si rifiuta di discuterne. Renato non si sente a suo agio a casa di Epaminondas e Caterina e comunica che aprirà un consultorio medico nel villaggio al colonnello non piace questa idea. Rodapè lascia sulla cattedra di Juliana la lettera d’amore dettata da Zelao. Giacomo racconta a Renato che Pedro Falcao ha donato la terra per costruire la scuola. Caterina tenta di convincere Epaminondas ad adottare Serelepe ma non ci riesce. Pedro dice a tutti che se Renato deciderà di costruire un consultorio medico lui donerà la terra. Madre Benta cerca di convincere Rosina a scordare Zelao. Epaminondas dice a Caterina che consegnerà Serelepe al Prefetto per ricoverarlo in un orfanotrofio. Zelao e Rodapè si rifiutano di eseguire l’ordine di Epaminondas di consegnare Serelepe al Prefetto. Ferdinando confessa a Juliana che si sta innamorando di lei. Madre Benta dice a Rosinha che Zelao è innamorato di Juliana. Due soldati cercano Serelepe, il quale avvisato da Milita e Viramundo riesce a scappare e è nascosto da Pituca nella camera che fu di Ferdinando. Caterina scopre che Serelepe è in casa.
Caterina prova a calmare Serelepe ma lui fugge. Caterina dice al marito che è contraria a rinchiudere Serelepe in un orfanotrofio e litiga con Epaminondas, Serelepe riesce a sfuggire ai due soldati che lo cercano. Juliana dice a Gina che Ferdinando potrebbe innamorarsi di lei. Pedro Falcao e Donna Te sono preoccupati per i modi mascolini della figlia. Tuim avvisa Serelepe che può nascondersi a casa sua. Il colonnello minaccia di licenziare Zelao se non trova e gli consegna Serelepe. Epaminondas da il suo placet perché Juliana dia lezioni private a Pituca. Pituca va a trovare Serelepe. Rosinha avvisa Epa che Serelepe è nascosto in camera di Pituca. Epaminondas prende Serelepe e lo consegna al Prefetto perché vada in orfanotrofio. Caterina chiede a Ferdinando di andare alla Città di Antas per cercare di liberare Serelepe. Ferdinando e Gina non riescono a riportare Serelepe al villaggio. Pituca si rifiuta di parlare con il padre e inizia uno sciopero della fame. Pedro Falcao è scortese con il Prefetto. Anche Pedro chiede al Prefetto di liberare Serelepe ma non riesce a smuoverlo e Gina si infuria per la risposta negativa del politico. Zelao detta un’altra lettera per Juliana. Juliana va alla fazenda per dare lezioni a Pituca e convince la bambina a interrompere lo sciopero della fame e ottiene da Epaminondas che i figli degli operai della fazenda possano andare a scuola. Juliana trova una nuova lettera sulla scrivania ma non riesce a leggerla perché non c’è scritto niente ma è piena di scarabocchi. Zelao dice di essere alfabetizzato a Juliana. Gerdinando pensa di dichiarare il suo amore a Juliana, ma la ragazza le dice che Gina è interessato a lui. Caterina cerca di convincere il marito a autorizzare una classe di adulti per la scuola. Rosinha si avvicina  a Isidoro. Serelepe fugge dall’orfanotrofio e va a casa di Zelao. Ferdinando parla della sua ammirazione per Gina. Juliana e Renato si baciano. Juliana scrive una lettera per porre fine alla relazione con il ragazzo di San Paolo e chiede a Renato di spedirla. Pituca e Serelepe si rincontrano.

Viudas e hijos del rock & roll

di Annalisa Nasciuti

"Viudas e hijos del rock & roll" è una telecommedia argentina targata Telefe, scritta da Ernesto Korovky, Silvina Frejdkes e Alejandro Quesada, prodotta dalla Underground Contenidos, che ha preso il via il 18 agosto 2014.

TRAMA:
Miranda è la giovane figlia di un famoso DJ Argentino, Roby Bettini. Un’estate raggiunge il padre ad uno dei suoi raduni radiofonici stabili in spiaggia con la sua migliore amica Sandra. Qui conosce Diego  accompagnato dal suo amico Rama, entrambi appassionatissimi di rock. Lei e Diego si piacciono, da subito si instaura un’alchimia perfetta, che li porta a condividere ogni momento assieme fino alla fine della vacanza. I due promettono di rincontrarsi qualche tempo dopo a Buenos Aires, sotto all’Obelisco (nella foto)
e per sancire tale impegno decidono di tatuarsi proprio un Obelisco stilizzato, lei sulla scapola destra lui sul braccio sinistro. Miranda prima di rientrare a casa si reca a salutare il padre e lo vede mentre si sta baciando appassionatamente con Sandra. La giovane affronta i due e profondamente delusa dal comportamento di entrambi, sospettando immediatamente che la sua amica l’abbia usata solo per arrivare a conoscere suo padre, cosa già accadutale in passato, decide di troncare ogni rapporto con tutti e due.
Giunge il giorno del rincontro, Miranda prepara una musicassetta con le sue canzoni favorite da regalare a Diego e raggiunge l’Obelisco, dove aspetta per ore, sotto ad una pioggia torrenziale. Diego, entusiasta all’idea di incontrare nuovamente Miranda, si dirige in auto all’Obelisco, ma ha un incidente stradale che lo lascia privo di coscienza per diverso tempo e con l’auto fuori uso. Deciso a non lasciarsi sfuggire l’occasione di incontrare finalmente Miranda, inizia a correre ma quando raggiunge il luogo prefissato, trova solamente una musicassetta, con una loro foto come copertina, sul pavimento.
Miranda, convinta che Diego l’abbia dimenticata e prostrata per questa ennesima delusione, giura a se stessa di cambiare vita e di abbandonare completamente “la via del rock & roll” . In quel preciso momento un ciclista le passa a fianco velocemente e Miranda perde l’equilibrio, scivola sull’asfalto bagnato e cade giù dal ponte dove si era fermata, disperata, crollando su un’automobile di passaggio nella strada sottostante.
 Passano circa 20 anni. Miranda è una donna sposata, ha due figli e fa la casalinga. Diego fa invece il DJ assieme al suo inseparabile amico Rama per feste private. Non si sono più rincontrati.
Il padre di Miranda si è sposato con Sandra e ha fondato una radio molto famosa, ormai divenuta un cult per gli appassionati del genere, la Z rock, e quando improvvisamente muore, Miranda si trova ad ereditare una quota della società e, al contempo, scopre di avere una sorella, chiamata Vera, frutto di un’avventura di suo padre con un’assistente. Sarà l’unica figlia “post-mortem” o ci saranno altri eredi sparsi qua e là pronti a rivendicare una quota della radio? Nel frattempo Vera, giunta a Buenos Aires dall’entroterra, per una serie di circostanze fortuite è divenuta amica di Rama e Diego e viene ospitata a casa loro. Quando Miranda la raggiunge a casa per poterle parlare della sua intenzione di vendere la sua quota della radio, si vede apparire dietro alla porta non Vera, ma Diego.

La telenovela è stata accusata di essere troppo simile a Graduados. Ci sono diversi elementi a favore di questa tesi: i produttori sono i medesimi, Pablo Culell e Sebastian Ortega della Underground; l’amore rimandato di 20 anni (anche se in Graduados era un amore a senso unico conquistato con pazienza e costanza anni dopo) ; la passione per il rock and roll nazionale e la radio sempre accesa; numerosi attori presenti in entrambe le fictions (a partire da Paola Barrientos e Mex Urtizberea – indimenticabile Tuca - ,  Julieta Ortega – sorella di Sebastian, Violeta Urtizberea, e un omaggio/citazione a Nancy Duplaa da parte del personaggio Rama) ; ma quel che colpisce di più e fa realmente accomunare nel profondo queste due produzioni non sono tanto le cose visibili ad occhio nudo, quanto piuttosto la “forma mentis” che vi è dietro. Qui come in Graduados infatti ci sono due motori che portano avanti la storia, al di là del mistero circa la prolificità di Roby: l’amore, come qualcosa da riscoprire a 40 anni in grado di rivoluzionarti la vita, e l’amicizia, quella vera e sincera, che non teme di sgridarti quando sbagli, di incoraggiarti quando tentenni e di aiutarti a rialzarti quando inciampi.


venerdì 12 settembre 2014

Speciale: La casa delle sette donne


Le donne della miniserie
Nel contesto sociopolitico del Rio Grande nella prima metà del secolo XIX, sette donne della famiglia di Bento Gonçalves da Silva, isolate in un'estancia per dieci anni, ci mostrano quella che era la condizione della donna dell'epoca, rivelando la costruzione egemonica patriarcale della famiglia. Manuela, Rosaria e Mariana si ribellano a tale costruzione, esigendo una vita più libera e maggiore considerazione.
Nella pagine del libro scritto dalla Wierzchowski , viene paragonata l'oppressione femminile a quella del Rio Grande soffocato dagli Imperiali.



Camila Morgado è Manuela.

Manuela de Paula Ferreira nasce l'8 luglio 1820 a Pelotas ed è la nipote del leader dei Farrapos Bento Gonçalves, figlia di sua sorella Maria Manuela Gonçalves e di Francisco de Paula Ferreira. Ha i capelli rossi e gli occhi azzurri ed è stata educata secondo le rigide norme religiose della famiglia, che la vede soltanto come donna di casa e futura mamma. A differenza di tante ragazze della sua età, Manuela è molto istruita per l'epoca in cui ha vissuto e conosce anche altre lingue oltre al portoghese, trascorrendo alcuni pomeriggi in biblioteca a leggere libri. La ragazza sogna di incontrare il grande amore e lo trova in  Giuseppe Garibaldi, marinaio di origini italiane senza radici, avventuriero e ribelle.
La famiglia della giovane ovviamente non lo vede come il migliore dei suoi pretendenti; Manuela viene considerata una porcellana delicata, più adatta all'amore e alla famiglia che alla guerra, e per questo non adatta ad essere la compagna di vita di un avventuriero. Come avrebbe potuto sopravvivere tra soldati, cavalli, arme tra le difficoltà che comporta una guerra? Sua madre, infatti, la vorrebbe in sposa a suo cugino, Joaquin Gonçalves da Silva, alla quale tra l'altro era stata promessa quando era ancora una bambina.
Quando Bento Gonçalves rifiuta di concedere la mano di Manuela a Garibaldi dice: "Le nostre spose restano in casa, non vanno in guerra. Sono le chinas (le donne che seguivano le truppe in guerra per soddisfare i piaceri dei soldati), le lavandaie, le venditrici e le donne dei soldati minori che vanno in guerra".
Manuela affronta sua madre Maria, una donna molto rigida ed autoritaria che esige che le figlie restino vergini fino al matrimonio e crede fermamente che il suo essere donna sia una trappola e che un uomo, invece, può scegliere cosa sia meglio per la sua vita, senza obblighi e costrizioni. "La libertà degli uomini è una cosa, la libertà delle donne è un'altra" dice in occasione del compleanno di Benedetta quando si parla dei soldati della famiglia "Prodigiosa è la fortuna di chi nasce uomo e ha tanto potere".
Così il rivoluzionario italiano poco a poco finisce per uscire dalla sua vita, ma non dal suo cuore, che gli apparterrà per tutta la vita, visto che lo aspetterà, sola, fino alla fine dei suoi giorni...
La ragazza, dopo la partenza del suo amato, non riesce a reagire ma poi l'amore che sente le dà una forza tale da spingerla a lasciare la sua casa ed inseguire il suo amato, nel frattempo innamorato di un'altra, Anita.

Mariana Ximenes è Rosaria
Rosaria de Paula Ferreira, una delle sorelle di Manuela, dimostra fin da subito un comportamento di resistenza al dominio maschile e trova nella follia il mezzo attraverso il quale può ottenere la libertà di vivere la sua storia d'amore con Stefano, soldato appartenente allo schieramento opposto a quello della sua famiglia, e quindi considerato nemico.
Sua madre e le sue zie hanno sempre etichettato la giovane come una ragazza fragile, troppo sensibile, una di quelle che si commuove per qualsiasi cosa, molto diversa dalle donne forti e determinate della sua famiglia.
Rosaria sognava una vita diversa e di conoscere l'Europa, partecipare ad uno dei lussuosi balli di corte di Rio de Janeiro. L'amore per la bellezza, per il lusso e l'agiatezza la spingevano a ricercare gli abiti più alla moda, i cappelli, guanti e ombrellini costosi. Ma come conciliare le sue passioni con la difficile situazione del Brasile negli anni della Rivoluzione e del trasferimento all'Estancia da Barra? Odiava la campagna, l'odore della terra, e credeva che pensare ai viaggi in Europa, dove avrebbe visitato le grandi sale da thé, la potesse aiutare a far passare il tempo più velocemente. Gli stessi sogni che usava per allontanarsi dal mondo reale, la porteranno ad essere rinchiusa in un convento. Infatti la ragazza, dopo essersi innamorata del capitano imperiale Stefano, il quale muore in battaglia, non accetta la tragedia che è stata costretta a subire, e inizia a vivere in un mondo tutto suo, nel quale Stefano è vivo e la ama sopra ogni altra cosa.  Per Rosario fu l'unico modo di vivere felicemente la sua illusione d'amore e scappare dai dettami della sua famiglia.

Samara Felippo è Mariana
Mariana de Paula Ferreira è l'altra sorella di Manuela, colei che più si avvicina al temperamento della madre e vivrà un amore proibito col bel mandriano, Joao Gutierrez. Sua madre si oppone fortemente alla relazione con Gutierrez perchè egli non è un bravo capitano di buon lignaggio, il pretendente ideale per la nipote di Bento Gonçalves. Ma questa non è l'unica ragione; la storia d'amore di sua figlia le ricorda molto la sua, poiché da giovane si era innamorata di un indio ma, a differenza di Mariana, non era stata capace di difenderlo e di opporsi ai suoi genitori che ritenevano la relazione tra una donna bianca e un indio, un abominio.
Anche Mariana, seppur più forte e combattiva, riflette molto sul ruolo della donna del suo tempo, che sognava di poter avere maggiore libertà. "Io vorrei essere un uomo, un soldato farrapo. Loro sono liberi di litigare, di combattere per i propri ideali, di ubriacarsi e di divertirsi con le chinas".
Mariana dimostra il suo coraggio e decide di seguire la strada del cuore contro ogni avversità e riesce alla fine anche ad addolcire un po' quel cuore di pietra della madre, dopo la nascita di suo figlio, frutto dell'amore con Joao.

Daniela Escobar è Benedetta.
Diversa è la posizione di Benedetta Perpetua Gonçalves, figlia di Caetana e Bento Gonçalves, una delle protagoniste più calme e tranquille, che non si ribella al volere dei genitori e accetta con rassegnazione la guerra. Ma ciò che la ragazza non immagina è che nonostante il clima triste e l'isolamento all'estancia, troverà l'amore e dovrà fare i conti con i propri sensi di colpa e lottare contro se stessa e i suoi principi.
A differenza delle cugine, Benedetta è spaventata dalla vita, insicura e infatti, quando Rosaria consiglia a Manuela di correre dietro a Garibaldi, dice: "Come può una donna sola, sotto la pioggia, con il Rio Grande in guerra, rischiando di essere derubata, violentata...", riuscendo a convincere la cugina a non partire.
Uno dei pochi personaggi maschili capaci di criticare il ruolo della donna nella società del tempo è Giuseppe Garibaldi.
Infatti dice ad Anita: "Ci sono tante prigioni, Anita. Una di queste è la famiglia e la classe sociale". Oppure quando parla di lei dicendo: "Una grande combattente, condannata ad essere una donna in un mondo di maschi".
Quando Manuela raggiunge il suo amato Garibaldi gli dice: "Come invidio la libertà delle chinas, esse vanno dove vogliono e non dove la mandano, come accade con noi".
E anche Barbara, figlia di uno dei generali farrapos, afferma: "Non c'è differenza tra chinas e signore, il nostro destino è sempre determinato dagli uomini".
Joana, figli di Onofre Pires, altro generale farrapo che abbandonò sua madre per sposare un'altra di buona famiglia, sogna di diventare sarta e dice al padre: "Il destino di una donna capace di mantenersi da sola è un destino benedetto, colonnello!". E lui le risponde: "Joana,una donna può essere solo domestica, china e suora. Le sarte sono prostitute, non ho inventato io il mondo, figlia mia".

Giovanna Antonelli è Anita
Ana Maria de Jesus Ribeiro, conosciuta come Anita Garibaldi, è nata a Laguna il 30 agosto 1821. Riuscì a catturare il rivoluzionario italiano poiché era una ragazza emancipata e molto coraggiosa e abile a cavalcare. Nulla a che vedere con Manuela, fragile e delicata, o almeno nulla a che vedere con la "prima" Manuela, la ragazza ancora troppo legata alla famiglia.
Anita era la terza di 10 figli, 6 donne e 4 maschi, e il padre Bento era un commerciante, mentre sua madre Maria Antonia de Jesus, era una casalinga.
Dopo la morte del padre e il matrimonio della sorella maggiore, Anita dovette occuparsi della famiglia e su insistenza della madre, si sposò a soli 14 anni con Manuel Duarte de Aguiar, il quale la trattava male e dopo 3 anni di matrimonio l'abbandonò per fuggire dietro agli Imperiali.
Più tardi Anita perde il marito Manuel Duarte, ferito durante un imboscata tesa dalle truppe imperiali. Anita aveva 18 anni quando conobbe Giuseppe Garibaldi (lui ne aveva 32) e da allora rimasero insieme per molti anni ed ebbero 4 figli. Morì a Mandriole (RA) nelle Valli di Comacchio il 4 agosto 1849 mentre cercava di raggiungere Venezia insieme a Garibaldi ed altri militari repubblicani probabilmente la causa della morte è stata la fatica della ritirata da Roma.
Nella miniserie viene inserito l'incontro tra le due donne amate da Garibaldi. Anita, ovviamente, avrà la meglio sul bell'italiano, e Manuela, come vi ho anticipato, ritornerà alla sua estancia e rimarrà sola fino alla fine dei suoi giorni.

Eliane Giardini è Caetana

Caetana Garcia y Gonzàles è la moglie di Bento Gonçalves, presidente della Repubblica Rio-Grandense. I due si sono sconosciuti in occasione di un ballo lussuoso quando Bento aveva 26 anni e Caetana 16 anni.
La ragazza è figlia di Narciso Garcia, un potente allevatore della regione di confine, dove Beto si occupava di bovini e continuava la sua carriera militare. Nella stessa regione Bento compra la sua prima fazenda, la Estancia do Cristal, dove andrà a vivere con Caetana alla fine della Rivoluzione Farrupilha.
L'amore tra i due è sbocciato fin dai primi sguardi e lei è stata catturata dal magnetismo, dal carisma e dalla forza di lui, e da quel momento non si sono più separati.
Il numero dei figli che hanno avuto dopo il matrimonio dimostra la loro passione: Joaquim, Bentinho, Benedetta, Leao, Marco Antonio, Maria Angelica e Aninha.
All'inizio della storia vediamo una Caetana angosciata, spaventata e preoccupata per la sorte del marito e dei figli in guerra. E anche Bento, mentre combatte e prepara le strategie militari per la rivoluzione, non smette di pensare a lei e sottraendosi alle notti di passioni con le chinas (le prostitute) e le schiave, come invece facevano tutti gli altri soldati.... Il ritorno dalla guerra, nonostante la malattia, sarà una rinascita per Caetana che, seppur forte e determinata, non sapeva vivere senza suo marito.


Jandira Martini è donna Antonia
La più vecchia delle sorelle di Bento Gonçalves (ha 49 anni nella miniserie), è vedova e senza figli, e si dedica alla sua Estancia do Brejo. Odiava la città e preferiva prendersi cura della campagna e del bestiame. Così come il fratello, è forte e determinata e gode del rispetto di tutti, e si può dire che sostituisce la figura di Bento occupandosi delle cose che spettavano a lui quando non era in guerra.


Bete Mendes è donna Anna
Donna Anna è la proprietaria della Estancia da Barra, meno irruenta della sorella più vecchia, Antonia, si occupa della casa ed è l'unica ad avere figli maschi: José e Pedro.
E' dolce e sensibile e tiene molto alle tradizioni di famiglia, che vuole vengano rispettate da tutti.

giovedì 11 settembre 2014

Telenovelas Mania sul settimanale "Amori"!!

Dedico questo piccolo grande traguardo a mia nonna Anna che sicuramente veglia su di me e che mi ha trasmesso la passione per le telenovelas. Grazie alla mia famiglia e in particolare a mia sorella Paola che mi aiuta sempre a credere di più in me stessa. Grazie a tutti gli amici e anche ai nemici, perchè no... in fondo mi avete spronata a migliorarmi e ve ne sono grata! 


mercoledì 3 settembre 2014

La sombra del pasado

Michelle Renaud sarà la protagonista de “La sombra del pasado", remake de "El manantial", telenovela con Adela Noriega e Mauricio Islas, che partirà il 10 novembre su Televisa.
L'attrice ha interpretato Rebecca da giovane nel grande successo di quest'anno della stessa catena messicana, dal titolo "El color de la pasion". Ad affiancarla in questa nuova avventura ci sarà Pablo Lyle che abbiamo visto in "Por siempre mi amor", remake de "La mia seconda madre".

Televisa punta quindi su due attori giovanissimi un po' di aria fresca in questo mondo "lleno de refritos"!

martedì 2 settembre 2014

Sete vidas:la nuova proposta di Rede Globo


Il 9 marzo 2015 è la data scelta per la prima puntata della nuova produzione targata Rede Globo dal titolo "Sete Vidas".
La telenovela, scritta da Lìcia Manzo e Daniel Adjafre, sostituirà Boogie Oogie e sarà diretta da Jayme Monjardim (Terra Nostra, Vento di passione, La casa delle sette donne).
Come nella prossima telenovela delle 9, che porterà sugli schermi una coppia gay formata da Fernanda Montenegro e Nathàlia Timberg, anche in "Sete vidas" ci sarà un personaggio omosessuale, interpretato da Regina Duarte (nella foto), una lesbica madre di due figli avuti grazie all'inseminazione artificiale, Thiago Rodrigues e Maria Eduarda.
L'attrice brasiliana quest'anno ha interpretato un altro ruolo simile nel film "Gata Velha Ainda Mia" con Barbara Paz.
La telenovela racconta di un uomo che, dopo essere stato donatore al banco del seme, scopre di essere padre di sette figli che sono sparsi per il mondo.
L'uomo decide così di conoscerli tutti e arriva fino all'Antartico, dove abita il primo dei suoi tanti figli e dove ha inizio la telenovela.



Nel cast troveremo anche Bruno Gissoni, Fernanda Vasconcellos (Nanda in "Pagine di vita"), Isabelle Drummond, Jayme Matarazzo, Maria Eduarda de Carvalho, Maria Flor, Ana Beatriz Nogueira (La casa delle sette donne), Angelo Antonio, Grazi Massafera, Juca de Oliveira, Regina Duarte, Reynaldo Gianecchini, Sthefany Brito, Tainà Muller, Vanessa Gerbelli e tanti altri.