venerdì 7 dicembre 2012

Atto d'amore/Barriga de aluguel - Trama completa



(trama a cura di Marianna. Si prega di non copiare il contenuto in altri siti, grazie!)
Anna (Cássia Kiss) e Zeca (Victor Fasano), coppia felice e unita da otto anni, vive un dramma che rischia di rovinare la loro relazione: la donna, dopo varie visite specialistiche, scopre di non essere in grado di portare avanti una gravidanza e quindi deve rinunciare al suo grande desiderio di diventare mamma.
Il suo ginecologo, il dottor Alvaro Barone, le consiglia una strada che cambierà completamente la sua vita: affittare l'utero di una donna perché possa avere finalmente un figlio.
Inizialmente Anna è assalita dai dubbi e dai rimorsi poiché non è ancora una pratica legale in Brasile, ma poi decide di seguire questa strada perché il desiderio di essere madre è più forte di qualsiasi cosa.
Le vite di Anna e Zeca, così, si incrociano con quella di Clara (Cláudia Abreu), ragazza di provincia molto giovane, ancora minorenne, che ha abbandonato il padre e la sorella, testimoni di Geova, e il fidanzato Joao per cercare fortuna a Rio.
La giovane lavora di giorno è commessa in una merceria, di notte balla in un night club.
Una sera al night conosce Tadeu (Jairo Mattos), confondendolo per un attimo con il suo ex Joao. Il giovane, da abile sciupa femmine, ne approfitta e le chiede di uscire.
I due si innamorano e lui arriva a chiederle di sposarlo anche se, poco dopo, si tira indietro dicendo che lui non è un uomo da relazioni serie perché tutta la sua vita è impostata sul lavoro. Il giovane è pediatra e lavora nello stesso ospedale del dott. Barone ma vive anch'egli una condizione economica disagiata. Tadeu lascia Clara, la quale, crede che lo abbia fatto per una questione economica.
Il caso vuole che un suo amico, Lulù, che presenta gli spettacoli al night club,  le comunichi che nella clinica dove lavora si è presentata una coppia in cerca di una madre surrogato.
La ragazza, appena uscita dalla relazione con Tadeu, accetta di sottoporsi al trattamento così da avere i soldi necessari per convincere il giovane che se la sposerà non faranno una vita di stenti e miseria.

Intanto Anna e Zeca sono felici perché il dottor Barone ha comunicato loro che la ragazza che hanno scelto per affittare l'utero, è incinta.
Clara, infatti, aspetta un bambino e durante la gravidanza ha un colloquio chiarificatore con l'ex Tadeu, il quale le dice che non l'ha lasciata per una questione economica.
La ragazza, allora, inizia anche ad odiare il bambino che porta in grembo, che poi le ricorda quello di Joao che aveva abortito perché non poteva permettersi di mantenerlo.
Anna e Zeca, intanto, sono sempre più curiosi di sapere chi è la madre surrogata e così arrivano a corrompere un'addetta del reparto per avere il nome della donna.
All'epoca in Brasile la pratica dell'utero in affitto non era legale, per cui Anna inizia ad indossare della pance finte per non dare adito a sospetti e anche perché lei per prima desidera in qualche modo avere la sensazione di essere incinta.

I due futuri genitori riescono a trovare Clara e provano una forte emozione nel toccare il ventre della ragazza.
Anna e Zeca, vedendo che Clara vive con una donna che di notte si prostituisce, Yara, decidono di proporle di vivere a casa loro.
Clara non è per niente convinta, anche perché nota fin da subito che Anna è una donna molto apprensiva.
La giovane, anche se con qualche perplessità, accetta di andare a vivere con loro ma la convivenza risulterà difficile.

I primi giorni per Clara saranno molto duri perché si sentirà soffocare dalle continue attenzioni di Anna che non la lascia un minuto sola.
La felicità di Anna dura poco perché viene assalita da mille dubbi e da un sentimento strano che la fa sentire vuota dentro e inizia a chiedersi se sia giusto pensarsi come la madre di un bambino che in realtà non porta in grembo e che non partorirà lei.
Dall'altra parte Zeca tratta con molta dolcezza Clara e una sera entra nella sua camera, si mette in ginocchio accanto a lei e sente il desiderio di baciarla.
In quel momento Clara si sveglia e Zeca le mente dicendo che si trovava lì solo perché voleva accarezzare la pancia.
Anna inizia a capire che c'è qualcosa di strano in suo marito, lo vede freddo e distante e crede che il figlio che tanto desideravano possa invece dividerli.
Zeca, infatti, vedendo la pancia di Clara è entrato in confusione e inizia a pensare di essersi innamorato della ragazza a tal punto che compra un appartamento per andare a vivere insieme a lei, abbandonando Anna.
La cosa dura poco perché Clara è confusa e capisce di essere ancora innamorata di Tadeu, che ogni tanto si ripresenta sulla sua strada.

Inoltre qualcosa cambia dentro di lei e inizia ad affezionarsi al bambino che porta in grembo e decide di non darlo più ai genitori biologici.
Il padre di Clara, Ezequiel, scopre che sua figlia è incinta ed avendo una mentalità un po' antiquata, non riesce a capire il trattamento al quale la giovane si è sottoposta e si convince che la creatura che aspetta sia di Tadeu.
Anche quest'ultimo lo crede ma non si cura minimamente della cosa.
Ezequiel prende una pistola e si reca in ospedale dove lavora Tadeu e gli spara.
Il giovane si salva e decide di non denunciare il padre di Clara, anche se questi si consegna alla polizia spontaneamente.
I  poliziotti gli dicono che Tadeu ha dichiarato di non essere stato aggredito da lui e quindi l'uomo viene preso per matto, anche perché non fa che parlare di Geova e delle sue punizioni.
Tadeu si sente il colpa per il gesto che ha fatto e per espiarlo minaccia di suicidarsi buttandosi dal tetto di un palazzo.
Clara lo vede e, spaventata, ha un malore e viene ricoverata nella clinica del dott. Baroni.
Il parto è molto complicato ma riescono a salvarla anche se i medici sono costretti a chiudere le tube, così che Clara non potrà più essere madre.
La giovane, infatti, aveva una terribile infezione in corso ed era molto stressata sia per la fuga che per suo padre che ha tentato di uccidere Tadeu, per l'ex fidanzato colpito quasi a morte da lui, per non parlare della situazione difficile con Anna e Zeca.
Alla clinica dove Clara partorisce lavora anche Luisa, 
un medico specializzato in ricerca biologica nonché l'amante di Baroni. La donna riconosce Clara e, visto che Baroni, nonostante le mille promesse, non si decide a lasciare la moglie Aida, quando scopre che Clara ha partorito ed è ricoverata in clinica, non avvisa Baroni e la lascia scappare.
Clara, infatti, dopo aver partorito chiede aiuto a Joao, il quale nel frattempo si è sposato con un'altra per disperazione, e il giovane l'aiuta a scappare col bambino che ha riconosciuto come suo.
Quando Anna e Zeca, che nel frattempo si sono riconciliati, scoprono che Clara ha partorito prima del tempo ed è fuggita col bambino, decidono di denunciare l'accaduto.
Baroni allora chiede a Luisa di prendersi la colpa per aver praticato l'inseminazione artificiale su Clara anche se minorenne.
Luisa in cambio di questa menzogna gli chiede di lasciare la moglie e l'uomo si vede costretto ad accettare.
Con la denuncia dei due genitori biologici, si apre così un'inchiesta: Anna afferma di essere la madre del bambino, argomentando a proprio favore che gli ovuli erano suoi e che gli spermatozoi erano del marito e che quindi il ruolo di Clara in tutto questo è solo quello di mettere a disposizione l'utero.
Subito Clara ribatte di essere lei la madre del bambino, perché è stata lei a nutrirlo nel suo ventre e poi a darlo alla luce.
In prima istanza Clara vince la causa anche se il bambino viene affidato temporaneamente ad un istituto di suore.

Anna fa ricorso e alla seconda istanza i tre giudici decidono all'unanimità che la madre del bambino è Anna e non Clara.
Dopo i due appelli, ce ne sarà un altro che affiderà ancora una volta il bambino ad Anna.
Nel frattempo si scopre che il piccolo è affetto da un disturbo cardiaco e in questa occasione le due donne decidono di trovare un accordo, nonostante siano in attesa del quarto verdetto definitivo della cassazione.
La telenovela si conclude con la scena delle due madri che tengono per mano il bambino e non viene rivelata la sentenza del giudice.
(trama a cura di Marianna. Si prega di non copiare il contenuto in altri siti, grazie!)

Nessun commento:

Posta un commento